8.07.2015

EVENTI: GiocAosta 21-23 Agosto


Dal 21 al 23 agosto prende vita la settima edizione di giocAosta, festa del gioco intelligente in Valle d’Aosta, appuntamento di primo piano dell’estate ludica italiana Tre giorni per trasformare una piccola città in un’enorme ludoteca, all’insegna del motto «invecchia solo chi smette di giocare».

 E’ questo che si prepara a fare giocAosta, che dal 21 al 23 agosto 2015 porta la propria settima edizione in piazza Chanoux, cuore di Aosta: punto di partenza sono gli oltre 8.000 partecipanti della scorsa edizione, in un progetto che continua a crescere e che si presenta quest’anno con una ricca serie di novità e spazi inediti. 
Creata nel 2009 dall’associazione Aosta Iacta Est intorno al gioco in scatola, la festa del gioco valdostana si è rapidamente ritagliata uno spazio nel panorama nazionale delle manifestazioni dedicate al gioco: a decretare il successo dell’evento è l’equilibrio tra il ritrovo di appassionati del settore e la capacità di essere luogo di diffusione del «gioco intelligente», affollando il centro storico della città con attività adatte a un pubblico variegato, fatto in parti uguali di residenti e turisti. 

UNA LUDOTECA SCONFINATA 
Il cuore di giocAosta è la sua ludoteca. Più di 500 titoli in prestito gratuito affollano gli scaffali, con la scelta di mettere a disposizione dei partecipanti una vastissima scelta che va dai titoli introduttivi ai giochi per esperti, dai classici alle novità. 

La collezione di Aosta Iacta Est e i giochi messi a disposizione dai singoli volontari offrono una montagna di alternative ludiche, da apparecchiare sugli oltre 100 grandi tavoli allestiti nella tendostruttura e sotto i portici del municipio. 

NON SOLO GIOCO IN SCATOLA 
Se la ludoteca è la protagonista di giocAosta, intorno a lei trova spazio ogni forma di gioco intelligente. In piazza Chanoux e nelle altre aree coinvolte dalla manifestazione trovano spazio i giochi di ruolo (con sessioni introduttive e per esperti), le miniature, il calcio balilla, i giochi di comitato e di interpretazione, il Subbuteo, gli scacchi, i giochi di carte, il modellismo aereo e quello ferroviario.

4.03.2015

RECENSIONE: 7 WONDERS


Recensione di 
Luca "Zack" Piran


DESCRIZIONE
Gioco di Antoine Bauza per 2/7 giocatori della durata di circa 30 minuti a partita(40/45 con le espansioni) prodotto dalla Repos production e distribuito anche in Italia dalla Asterion. Vincitore dello Spiel des Jahres 2011 e di tantissimi altri premi (più di 30) è uno dei boardgame più famosi e giocati negli ultimi anni. Di difficoltà mediao/bassa può esser giocato davvero da chiunque,anche se necessita di qualche partita per capire bene i vari meccanismi di gioco.

AMBIENTAZIONE:  4
Potrà sembrare un voto basso,ma è così! Di sicuro la grafica è di alto livello,tutti i disegni,le plance e le carte son molto belle da vedere,e l'ambientazione incentrata sulle 7 meraviglie del mondo è di sicuro molto accattivante! Vi renderete conto da soli,dopo pochissime partite, che non sentirete più nessun coinvolgimento, la plancia solitamente è lì solo per metterci i token e i soldi sopra,e si perderà tutta la magia iniziali per passare tutto al puro meccanismo del gioco.

MATERIALI/GRAFICA:  8,5
I materiali sono tutti molto belli ed evocativi,le plance sono di cartoncino spesso e duro e davvero molto ben disegnate(da Miguel Coimbra,ndr),così come le monete e le carte! per queste ultime però è praticamente obbligatorio l'acquisto di bustine protettive dato che verranno mischiate e maneggiate davvero moltissimo. La scatola inoltre è molto grande e con tutti i divisori per ogni tipo di materiale,anche se non presenta poi nessuno spazio in più per accogliere le espansioni...che se decideste di acquistare sareste obbligati a portarvi in giro troppa roba.l'espansione “wonder pack” è addirittura venduta senza scatola!!!
In linea generale comunque graficamente è tutto davvero ottimo.

3.17.2015

EVENTI: CARTOOMICS 2015


Articolo di:
DANIELE "GR00VIER" COSTERNARO


Giochi, fumetti, musica post metal tamarra suonata da cosplayer e altra robetta nerdosa. Tutte le mie antiche e nuove passioni riunite in una manifestazione fieristica che ha monopolizzato l’attenzione di tutti i geek milanesi nell’arco di tre giorni lo scorso weekend di marzo.
Naturalmente io sono andato prevalentemente per ragioni ludiche, ovvero fare qualche partita di prova a dei giochini a me sconosciuti. Un po’ un aperitivo della Play per il mio palato affamato di intrattenimento da tavolo.
Con un po’ di delusione, arrivato in fiera, ho scoperto che solo la milanese Cranio Creations e Giochi Uniti erano presenti con dei tavoli dedicati, il resto dello spazio dimostrativo era dedicato alla Casa del Gioco (Tana dei Goblin), che però era prevalentemente impegnata in gioconi astratti e gateway oltre che con una pregevolissima versione gigante di 8 Minuti Per Un Impero. Erano comunque presenti con i propri stand Ghenos Games ( con tavoli di Krosmaster ovviamente apparecchiati), RedGlove e Raven Distribution.
Ammetto di aver sostanzialmente snobbato tutti per dedicarmi a tempo pieno ai giochi Cranio. Alcuni nuovi, alcuni meno ho messo le mani su tutti ed ecco qui le mie impressioni.

3.16.2015

RECENSIONE: OMEN A REIGN OF WAR


Recensione di 
Manuel Busi "METALBUSI"


DESCRIZIONE
Omen: A Reign of War è un gioco di carte competitivo per 2 giocatori dove l'obbiettivo è accumulare punti vittoria impressionando gli dei e portando a termine le loro imprese, oppure mettendo a ferro e fuoco le città razziandone i tesori. E' pubblicato dalla Small Box Games, una piccola casa Americana, e quella che tratteremo è la Omega Edition, terza edizione del gioco e portata alla luce tramite Kickstarter.

AMBIENTAZIONE 6,5
Sei il figlio di Zeus e sei pronto per conquistare tutta la Grecia. Sei bello, abbronzato e con la tartaruga e hai un esercito ai tuoi ordini. Ma se prima avvertivi tuo fratello invece di fare tutto sto casino?

Il plot dei due fratelli rivali è molto semplice ed è una mera scusa per mazzuolarsi e sbrilluccicare agli occhi degli dei. Il gioco pur avendo solo delle carte fra i suoi componenti riesce comunque a calare abbastanza bene il giocatore nell'ambientazione, l'antica Grecia. Se ci riesce bene grazie alle imprese degli dei, le carte capriccio e le reliquie, il risultato è un po' altalenante nelle carte unità, dove l'autore si è preso parecchie libertà artistiche.
In generale comunque il gioco non rimane astratto, e l'ambientazione si lega bene più con gli obbiettivi che con lo stile grafico.

MATERIALI e GRAFICA 7
I disegni delle carte sono talmente belli che vi faranno passare sopra a qualsiasi difetto di ambientazione. Essendo questa inoltre la terza edizione del gioco, le carte hanno subito un ulteriore rifinitura e aggiustamento, rendendo tutto molto gradevole e di immediata lettura. Non dovrete infatti perdere ore a riguardarvi le carte dell'avversario cercando di capire cosa fare. Tutto ciò che è sul tavolo è di facile visione e con una rapida occhiata avrete una chiara idea della situazione sul campo.  Discorso diverso è decidere invece cosa giocare, ma ne parleremo più avanti.
Le carte sono però un po' sottiline, quindi l'utilizzo di bustine protettive è altamente consigliato. Le monete di vero metallo sono spettacolari e danno realmente l'idea di pagare le unità per arruolarle.
Il regolamento è molto compatto e stampato in carta non molto spessa, ma con un ottima qualità di stampa.
La scatola è di scarsa qualità, ma le scritte in rilievo color oro su fondo nero la rendono chic.
Come gradito bonus un adesivo con il logo del gioco da attaccare sul motorino ed essere così invidiato da tutti.

3.12.2015

RECENSIONE: NORENBERG


Recensione di:
GR00VIER


DESCRIZIONE
Nato dalla mente di Andreas Steding(noto prevalentemente per essere il papà di Hansa Teutonica) e pubblicato dalla White Goblin nel 2010, questo titolo di ambientazione medievale mette in competizione da 2 a 5 giocatori per circa 90 minuti dichiarati, che ricopriranno il ruolo di commercianti nell’antica città di Norenberc per il controllo sulle gilde manifatturiere operanti in città. Lo faranno influenzando attraverso i propri agenti (leggi, trippoletti tirapiedi) le varie manifatture disponibili, comprando e vendendo le merci prodotte dalle gilde stesse, guadagnandone il favore e reclutando artigiani e cittadini che nel corso della partita o alla fine della stessa permetteranno ai giocatori di guadagnare preziosi punti prestigio.

AMBIENTAZIONE 6.5.
L’ambientazione medievale è presente ma tenue. Le grandi plance riproducono le gilde, lo stile grafico fumettoso che caratterizza bene i vari personaggi e i materiali nel complesso molto curati, calano bene il giocatore nell’ambientazione della città medievale. La meccanica tuttavia la fa da padrona, ma una piccola introduzione prima di iniziare il gioco “Ci troviamo nella Norimberga medievale…” rende con facilità il tutto molto più “vero”.

1.22.2015

RECENSIONE: HYPERBOREA



DESCRIZIONE

Hyperborea è un gioco per 2-6 giocatori, creato dalla coppia italiana Andrea Chiarvesio e Pierluca Zizzi; edito dalla Asterion Press nel 2014 in collaborazione con la Yemaia.
La durata media di una partita è di circa 25 minuti a giocatore. Come si vedrà tale durata potrà accorciarsi a seconda della scelta tra partita breve, normale e lunga.
Il gioco si colloca nella categoria dei giochi impegnativi e viene considerato innovativo perché riesce ad affiancare alcune meccaniche classiche ad alcune innovative. Le prime prevedono  l’utilizzo di miniature e “piazzamento lavoratori”, legate all’esplorazione, alla conquista, e allo sviluppo. Una meccanica innovativa è invece il “bag building”, cioè la costruzione del proprio sacchetto durante la partita con cubetti di vari colori, i quali permetteranno il compimento delle azioni.

12.12.2014

RECENSIONE: SPLENDOR



DESCRIZIONE:
Splendor è un gioco per 2-4 giocatori,creato da Marc Andrè ed edito dalla Space Cowboys e in Italia nel 2014 dalla Asterion Press.
La durata media di una partita è circa 30 minuti. In due può durare meno.
E' collocabile nella categoria dei "Filler", quindi un gioco veloce e leggero.

AMBIENTAZIONE: 7
Ci troviamo nell'epoca rinascimentale, nei panni di un ricco mercante di gemme. Dovremo usare risorse per acquisire miniere, mezzi di trasporto e artigiani per poter trasformare le gemme in splendidi gioielli.
L'ambientazione è un po' attaccata al gioco quasi a forza, praticamente marginale, ma comunque piacevole.

MATERIALI e GRAFICA: 8
I materiali sono molto buoni. I gettoni delle gemme sono molto pesanti e davvero piacevoli da tenere in mano.
 Le carte sono del giusto spessore. 
I disegni sono molto belli e piacevoli da vedersi, anche se, a mio parere, l'onice sembra più un cioccolatino; avrei scelto sicuramente un'altra pietra, magari un ametista viola ;) E' comunque davvero un piccolo dettaglio.

11.27.2014

ANTEPRIMA: "Nova Aetas: Dark Renaissance Tactical Game"


Il Rinascimento tutto Italiano

Di Cristina Piras Violet
 

Oggi ho il piacere di parlarvi di un altro gioco tutto Italiano.
Si tratta di "Nova Aetas: Dark Renaissance Tactical Game"
Sarà distribuito intorno alla fine del 2015, quindi ancora un po' distante, ma vediamo intanto di cosa si tratta.
Nova Aetas è un board game cooperativo in stile RPG che ha ben  3 modalità di gioco:

Solitaria: un giocatore crea la sua Compagnia di Ventura per affrontare la campagna.
Co-op: un massimo di 4 giocatori creano il proprio personaggio e giocano la campagna.
PvP: due giocatori si scontrano ognuno usando la propria Compagnia di Ventura.
 
La campagna del gioco base è ambientata durante gli eventi che coinvolsero la lega di Cambrais nella guerra contro la Repubblica di Venezia iniziata nel 1508. Ogni episodio della campagna ha almeno due finali alternativi che portano a diversi percorsi. In tutto la campagna presenterà 30 avventure diverse e 3 finali alternativi, ad ogni scelta fatta dai giocatori o a seconda di come finiranno le singole avventure la campagna avrà uno svolgimento sempre diverso.

Il sistema di gioco non prevede l'uso di turni ma grazie all'uso dell' Horologium ogni personaggio (sia amico che nemico) si attiverà a seconda di quanti punti azione spenderà.

L'intelligenza artificiale dei nemici reagisce in base agli obiettivi assegnati loro dalla missione ma  il sistema prevede che gli antagonisti reagiscano in base alle azioni dei giocatori e in base al grado di minaccia che hanno raggiunto.

11.24.2014

VIDEO RECENSIONE: ABYSS


La prima video recensione.
Ero imbarazzatissima... si vede :D
Abbiate pazienza, miglioreranno!


11.13.2014

RECENSIONE: ABYSS


GIOCATORI:
2-4

DURATA:
Da 20 a 45 minuti circa

TRAMA: 9
Il gioco ci catapulta in un mondo acquatico, nei profondi abissi, dove varie creature si scontrano sul fronte politico per ottenere il trono vacante. I giocatori quindi cercheranno di acquisire voti all'interno del consiglio, accaparrarsi l'appoggio di potenti nobili, affiliare il favore di determinate razze e ottenere il controllo su determinanti territori.

11.07.2014

VIDEO: Lucca Comics & Games 2014


EVENTI: LUCCA COMIC & GAMES 2014

Domenica 2 Novembre- Padiglione Games

Un'intensa giornata a Lucca Comics, passata interamente nel Padiglione Games. 
Ecco le foto e cosa ne penso ;)
Partiti da Milano alle 5 del mattino in macchina, con Raffaele e Filippo e Valentina (della Ludoteca Spazio Gioco di Corbetta), arriviamo intorno alle 8:30 al parcheggio di Lucca. 
Se ne vanno i primi 27 euro di casello (stendiamo un velo pietoso sui costi delle autostrade) e i 7 euro di parcheggio. Il parcheggio è un prezzo onesto calcolando quello che si trova in giro.
La navetta passa quasi subito, di traffico ancora non se ne è creato troppo ed arriviamo tranquillamente all'entrata.
Io e Raffaele entravamo come ospiti,i nostri amici invece hanno fatto la fila e speso i loro 16 euro a persona.
Riusciamo ad entrare intorno alle 9 e la situazione è già .... impressionantemente piena. 
La buona notizia è che sarebbe solo potuta peggiorare.
Infatti quasi tutte le foto sono state scattate nella prima parte della giornata quando era ancora possibile scattarne qualcuna senza inquadrare solo la schiena delle persone a un centimetro da te.

Lo stand Giochi uniti già gremito di giocatori insaziabili :D


10.15.2014

RECENSIONE: ALLE PORTE DI LOYANG



DESCRIZIONE:
Alle Porte di Loyang è uno dei famosi giochi del grande Uwe Rosemberg ,creatore di Agricola, Ora et Labora, Le Havre e Caverna.
Ritroviamo anche qui la meccanica del raccolto e della gestione risorse ma in maniera assolutamente originale. Da non confondere assolutamente con Agricola solo perché abbiamo a che fare con verdure anche qui ;)

GIOCATORI:
1-4 è il numero dichiarato
Ma  io lo consiglio solo per due giocatori

9.26.2014

RECENSIONE: TERRA MYSTICA



GIOCATORI:
2-5

DURATA:
Circa quaranta minuti a giocatore, ma dipende dalle partite. 

MECCANICA:
Gestionale. Evoluzione. Piazzamento. Costruzione. Gestione risorse. Controllo del 
territorio.

TRAMA:
Costruendo edifici o avanzando sulla tabella dei Culti, 14 Razze si sfidano nel controllo del territorio.

DESCRIZIONE:
Gioco Gestionale presentato ad Essen nel 2012 e tradotto in Italia nel 2013 da Cranio Creations.
Il gioco ha riscosso subito un enorme successo.
Dopo aver scelto una delle 14 razze a disposizione, nel turno sarà possibile terraformare nel proprio terreno, costruire edifici sempre di maggior valore, inviare sacerdoti nell'avanzamento culti, guadagnare bonus in base al  turno e aumentare le proprie rendite.


8.19.2014

RECENSIONE: ASCENSION - CHRONICLE OF THE GODSLAYER


Ascension: Chronicle of the Godslayer

GIOCATORI: 2-4

DURATA:
30 minuti circa in due. 60 minuti circa in 4.

MECCANICA:


Costruzione mazzo. Acquisizione carte.

DESCRIZIONE:
Ascension è un gioco di Deck Building,  costruzione del mazzo in tempo reale. Il meccanismo è simile a quello del più famoso Dominion con la differenza che qui si acquisiscono eroi e si sconfiggono mostri per acquisire i punti. Strizza inoltre l'occhio a Magic the Gathering.
 Si comincia con  un mazzo di 10 carte che man mano aumenterà in base agli "acquisti" che si fanno spendendo rune. 
 Sono presenti tre tipi diversi di carte: gli Eroi, i Costrutti e i Mostri. E ogni carta appartiene ad una delle quattro fazioni presenti.

8.05.2014

ANTEPRIMA: DEMIGODS RISING




Scritto da Cristina Piras Violet


Oggi voglio parlarvi del Kickstarter di un gioco che mi ha molto colpito per la bellezza delle miniature e dei materiali. Eh si, deformazione professionale... quando vedo delle belle miniature non posso resistere. 
In questo caso poi, avrò la fortuna di dipingerne qualcuna in anteprima,quindi non sto nella pelle.

7.14.2014

ANTEPRIMA: ZOMBICIDE SEASON 3

Gli zombies colpiscono ancora!



Articolo di Cristina Violet  su Gioconauta 

                   QUI

7.02.2014

6.27.2014

RECENSIONE: VILLAGE

Finchè Morte non ci separi.... 


GIOCATORI:  2-4
DURATA:  Circa mezzora per giocatore. Il tempo può allungarsi con forti pensatori.

ANNO PUBBLICAZIONE: 2011

TRAMA: 
 In una realtà rurale, le famiglie svolgono la loro vita normale. Nascono nuovi membri della famiglia, lavorano nella fattoria o intraprendono carriera politica, o viaggiano o vanno in monastero. Crescono,fanno altri figli e poi... MUOIONO. Si, perchè in Village si muore. Se si è abbastanza fortunati si finirà negli annali storici, altrimenti... tombe anonime!

6.18.2014

ANTEPRIMA: ATHLAS - DUEL FOR DIVINITY

Il Kickstarter è anche italiano

 athlas


Articolo di Cristina Violet  su Gioconauta 
                QUI

6.16.2014

RECENSIONE: LORDS OF WATERDEEP

Semplicità con spessore


GIOCATORI: 2-5

DURATA: 
Un'ora scarsa in 2, un'ora e mezza circa in 4-5

MECCANICA:
Piazzamento lavoratori, raccolta risorse, completamento quest.

TRAMA: 7
Nove Lords si contendono il potere della città di Waterdeep a suon di intrighi. Nell' impersonificare uno di questi Lord, il giocatore manderà i suoi agenti a reclutare persone come guerrieri, ladri, chierici  e  maghi, a raccogliere denaro e compiere vari incarichi per impadronirsi del potere della città.

6.03.2014

RECENSIONE: RIVET WARS EASTERN FRONT

"Lo Steampunk è deformed"

Recensione di Raffaele Britti


VOTO PERSONALE: 7.5

VOTO NEL SUO GENERE: 8,5



MATERIALI: 9 
 La qualità dei materiali è ottima, sia della plastica che del cartone; le miniature(preassemblate) sono molte e tutte dettagliate.

GRAFICA:
 La grafica è uno dei punti forti di questo gioco, le miniature sono in stile “Chibi” o “Deformed”, rendendo simpatici e piacevoli da giocare anche i tedeschi.

5.29.2014

RECENSIONE: MERCANTI DI VENERE


Una delusione... "Spaziale"




MATERIALI: 7
I materiali, in classico stile Fantasy Flight sono molti e molto resistenti. Io direi che sono addirittura troppi. Tutto cartone. Tanti tanti TANTI tasselli di cartone di buona qualità. Booooring :(

GRAFICA: 9
La grafica è molto bella, infatti il gioco mi aveva attirato moltissimo per questo motivo.


Translate

About

Flickr

Recent News

Search